Alto contrasto Aa Aa Aa
Modalità notturna Default
 
 
uploads/elenco_1/3-2-slide_3.png
Sei qui: HOME » News » Concerto per la Festa della Repubblica

Concerto per la Festa della Repubblica

Cultura ed eventi

31/05/2012

Musiche risorgimentali dalle più belle opere dell'Ottocento, celebri arie del melodramma italiano, canzoni napoletane dell'inizio del Novecento. Spazierà nel repertorio musicale italiano degli ultimi due secoli, il Concerto per la Repubblica, in programma sabato 2 Giugno, alle ore 21.00, nella suggestiva abbazia di San Clemente a Casauria, di Castiglione a Casauria, portando nel Pescarese il coro dell'università d'Annunzio, l'orchestra da camera Vestina, musicisti e cantanti dal riconosciuto valore artistico. La direzione sarà affidata al maestro Giacinto Sergiacomo, solisti Antonella Trovarelli (soprano), Nunzio Fazzini (tenore), Marco Felicioni (flautista).

 
Lo spettacolo, ad ingresso libero, pensato per celebrare la Festa della Repubblica attraverso le più belle arie e patriottiche composizioni della storia della musica italiana, è promosso ed organizzato dai Comuni di Tocco da Casauria, Castiglione a Casauria, Torre de' Passeri e Bussi sul Tirino, i cui sindaci, rispettivamente, Luciano Lattanzio, Gianmarco Marsili, Antonello Linari e Marcello Chella, hanno deciso di unire le forze e promuovere un evento unico nel suo genere che vedrà calcare il palcoscenico dell'abbazia da ben 70 artisti professionisti. "In momenti come quelli attuali, non sarebbe stato possibile allestire da soli una produzione come quella che si esibirà il 2 giugno, per questo – hanno spiegato i sindaci del Pescarese -  abbiamo deciso di metterci insieme dividendo le spese e scegliendo un luogo identitario e di grande fascino, rappresentato dell'abbazia di San Clemente. Luogo simbolo del Casauriense e nucleo fondativo dell'alta Val Pescara. Il nostro grazie – dicono ancora Lattanzio, Marsili, Linari e Chella - va alla Fondazione Pescarabruzzo, al suo presidente Nicola Mattoscio e alla Provincia di Pescara che hanno sostenuto l'iniziativa, alla Soprintendenza per aver concesso l'uso del monumento nazionale e al gruppo di protezione civile di Castiglione a Casauria impegnato nel coordinamento logistico".