Ordinanze

IL POTERE DI ORDINANZA DEL SINDACO
(le ordinanze sono disponibili nell'albo pretorio on-line) 

L'ordinanza rappresenta l'atto amministrativo generalmente adottato dal Sindaco e può essere "ordinaria" oppure "contingibile ed urgente".

a) Le ordinanze ordinarie

Le ordinanze ordinarie vengono adottate dal Sindaco per imporre un determinato comportamento in osservanza ed attuazione di disposizioni di legge o regolamenti nonché di deliberazioni degli organi collegiali del Comune.

Le ordinanze ordinarie del Sindaco, quale responsabile dell'amministrazione riguardano le funzioni attribuitegli (quale autorità locale) nelle materie previste da specifiche disposizioni di  legge; le ordinanze ordinarie adottate invece dal Sindaco come ufficiale del Governo si riferiscono alla materia dello stato civile, dell' anagrafe, della leva, dei servizi elettorali, pubblica sicurezza, ordine pubblico etc.

b) Le ordinanze contingibili ed urgenti

L' art. 50 del D.Lgs. 267/2000, al comma 5, riconosce in capo al Sindaco, in quanto rappresentante della comunità locale, it potere di emettere ordinanze contingibili ed urgenti per far fronte ad emergenze esclusivamente loeali nell' ambito sanitario e dell'igiene pubblica.A norma dell' art. 54 T.U., comma 2 it Sindaco, nella qualità di ufficiale di Governo, può adottare provvedimenti contingibili ed urgenti al fine di prevenire e reprimere pericoli che minaccino l'incolumità dei cittadini, per la cui esecuzione può anche richiedere al Prefetto l'assistenza della forza pubblica.

In sostanza, gli articoli 50 e 54 del T.U. attribuiscono al Sindaco lo stesso tipo di potere: il primo in un ambito determinato e perciò più ristretto, cioè la sanità e l'igiene pubblica; il secondo, invece, in riferimento ad un' ipotesi più generica, ossia alla tutela dell'incolumità dei cittadini.Affinché le ordinanze in esame siano legittimamente emanate, comunque, è necessario che ricorrano due presupposti: la contingibilità e l'urgenza.

E contingibile il provvedimento che trova origine da un evento di carattere accidentale ed eccezionale, non previsto non prevedibile e a carattere temporaneo. Condizione fondamentale per la sua adozione a la presenza di un pericolo imminente.

E urgente il provvedimento che mira a soddisfare una esigenza che non può essere fronteggiata con i mezzi ordinari apprestati dall'ordinamento giuridico, secondo il principio «necessitas non habet legem». La sua applicazione deve quindi avvenire immediatamente, per rimuovere o riparare i pericoli ed i danni temuti per l'interesse generale.

Le ordinanze in esame devono necessariamente essere motivate.

c) Sistema sanzionatorio

Secondo it disposto di cui all'art. 7-bis, comma 1-bis (introdotto dal D.L. 50/2003, convertito con modificazioni dalla L. 116/2003) del Testo Unico degli enti locali, alle violazioni alle ordinanze adottate dal Sindaco sulla base di disposizioni di Legge, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 euro a 500 euro. Si tratta della stessa sanzione prevista per le contravvenzioni ai regolamenti comunali.